Cerca nel blog

sabato 29 novembre 2014

Smacchiare il materasso

Spruzzare il materasso con solo acqua (si può usare un spray da parrucchiere)
Strofinare il materasso umido con  sapone per il bucato a panetto
Tamponare con candeggina delicata
Lasciare in ammollo circa un'ora
Risciacquare diverse volte con alcuni stracci abbastanza umidi.


Come lavare le buste per la spesa ed igienizzarle

Quando vado a spese porto le mie buste con me ed evito di acquistare quelle del supermercato visto che di solito sono piccole e poco resistenti.

Però dopo l'uso le buste devono essere lavate ed igienizzate perché a volte vengono appoggiate o per terra o dentro al carrello che è un vero e proprio contenitore di germi visto che viene toccato da moltissime persone (e molti con le mani sporche) o peggio ancora molti genitori hanno l'abitudine di infilare i figli nel carrello e le loro scarpe sporche vengono a contatto con il carrello contaminandolo.

Quindi mi raccomando: le borse da spese vanno lavate ed igienizzate:

Le borse vanno messe in lavatrice e lavate con detersivo per il bucato e 1 tappo di lysoform o altro detersivo disinfettante. Lavare a 40 o 50 gradi e centrifuga al minimo.

Asciugare all'aperto.

Casa profumatissima e odorosa di pulito con ll'aiuto dei caloriferi

Per trasformare la vostra casa in un campo di fiori o una piccola Provenza avvolta del fresco profumo di lavanda non bisogna esagerare con i detersivi profumosi ma piuttosto vale la pena usare gli oli profumati e i caloriferi!!

Avete bisogno anche di un sacchettino fatto con un pezzo di stoffa riempito con del cottone e quindi chiuso con un nastro. Quindi versare alcune gocce di olio profumato ad esempio del buon olio di lavanda e appoggiare il sacchetto sul calorifero.

Quando sarà caldo sentirete un ottimo odore per tutta la casa

Come cancellare le macchie di sangue sui vestiti

Amiche noi sapiamo che spesso dobbiamo cancellare le macchiette di sangue sui vestiti, biancheria e a volte anche sulla biancheria da letto. Se la macchia è piccola basta pretrattare con la macchia tamponando con candeggina delicata e una spruzzata di sgrassatore.

Se la macchia è molto estesa allora conviene lasciare i tessuti in ammollo però dipendendo dal colore del tessuto si deve fare in modo diverso:

Bianco: ammollo in acqua fredda, detersivo in polvere e varechina per poi risciacquare in lavatrice con solo aceto bianco.

Colorati: ammollo in acqua, sale da cucina, aceto bianco e qualche cucchiaio di sgrassatore o detersivo per stoviglie a mano. Risciacquare in lavatrice con solo qualche spruzzata di sgrassatore.

Un consiglio alternativo: pretrattare le macchia con sapone da bucato a panetto e quindi tamponare con candeggina delicata. Agire per 1 ora e lavaggio in lavatrice con detersivo per il bucato

Come recuperare i vestiti ammuffiti

Innanzitutto dipende dal colore del tessuto: se bianco il trattamento è pià semplice perché basterà mettere il tessuto in ammollo in acqua bollente, detersivo in polvere e varechina, lasciare in ammollo per alcune ore e quindi lavare a mano o in lavatrice facendo un ultimo risciacquo in acqua e aceto bianco.

Se il vestiti sono colorati allora vanno divisi in colori chiari e colori intensi. Se sono chiari vanno messi in ammollo in un secchio con acqua bollente, detersivo in polvere, detersivo sbiancante tipo vanish in polvere ad esempio. Se sono colorati (rosso, verde, verde scuro, blu ecc) allora devono essere messi in ammollo in acqua bollente, aceto bianco o succo di limone in abbondanza e sale grosso sempre in abbondanza.. Lavare il giorno dopo in lavatrice con solo acqua fredda.

martedì 25 novembre 2014

Lavare gli stracci in lavatrice in modo igienico

Io lavo gli stracci in lavatrice però osservo certe regoline di igiene:

Per primo lavo gli stracci con detersivo in polvere e varechina o un detersivo disinfettante a buon mercato a 50 gradi
Tolgo gli stracci, metto 1 tappo di varechina o di detersivo disinfettante nel cestello e faccio fare un lavaggio a vuoto con acqua fredda

In questo modo la lavatrice è pulita e pronta per l'uso

Un modo semplice, economico ed efficace per idratare i mobili e gli oggetti in pelle

Ciao amici oggi condividerò con voi una dritta molto semplice per la manutenzione dei nostri divani in ecopelle.

L'ecopelle e il cuoio se non curati diventano duri e possono anche creparsi però non bisogna comprare prodotti cari.

Il mio prodottino ufficiale per idratare l'ecopelle è la crema nivea tradizionale (lattina blu). Ci spalmo un po su un panno di daino e strofino il divano idratandolo bene, poi aspetto alcuni minuti e vado lu con un panno asciutto per lucidare bene e togliere l'eccesso.

Faccio la stessa operazione per lucidare le mie borse.

lunedì 24 novembre 2014

Maniglie e interruttori disinfettati con Oust 3 in 1 antibatterico (review)

Io uso lo spray deodorante e disinfettante Oust 3 in 1 per igienizzare a fondo le maniglie delle porte e finestre e anche gli interruttori. In realtà non lo uso tanto per mandare via gli odori perché non amo molto l'odore dei deodoranti per l'ambiente anzi preferirei che facessero una versione senza profumo di questo prodotto.

Mi interessa la sua azione disinfettante e anche la sua praticità perché si può spruzzare le superfici senza che queste rimangano troppo bagnate.

Comunque il prodotto con tappo rosa (fresh garden) ha un profumo meno pungente rispetto all'altro con tappo verde.

Quindi testato ed approvato per la sua proprietà disinfettante e per la sua praticità ed utilità.


venerdì 21 novembre 2014

Come cancellare le macchie di pipi sul materasso e come cancellare gli odori

Purtroppo le mamme prima o poi avranno a che fare con questo tipo di macchia (fa parte del percorso della maternità e in futuro sapete che risate quando ci si ricorda di quei tempi)... comunque per pulire il materasso e eliminare l'odore di pipi non ci sono prodotti più efficaci dell'aceto bianco e della candeggina delicata.

Si inizia tamponando la macchia con aceto in abbondanza e subito dopo con candeggina delicata. Lasciare in posa per 1 ora (se possibile lasciate il materasso all'aperto), quindi premete la macchia con un asciugamano e poi asciugate la macchia con l'asciugacapelli.

Se rimangono aloni tamponarli leggermente con candeggina delicata e lasciare asciugare naturalmente.

Come cancellare le macchie di smalto per unghie

Ragazze se vi capita di macchiare il vostro vestito con lo smalto per le unghie non bisogna disperare perché con un pochino di pazienza si può eliminare la macchia.

Bisogna mettere 2 o 3 fogli di carta assorbente sotto la macchia e dunque tamponarla per bene con acetone. Lasciare agire per alcuni minuti e tamponare con carta assorbente umida, non trascinare la carta per non allargare la macchia.

Tamponare nuovamente con acetone e ripetere gli altri passi.

Strofinare con detersivo per stoviglie a mano e alcol rosa

Risciacquare molto bene e se rimangono aloni mettere il vestito in ammollo in acqua bollente, acetone, candeggina delicata se il vestito è bianco e qualche cucchiaio di detersivo in polvere per il bucato. Lasciare agire per più o meno 1 ora e quindi risciacquare a mano o in lavatrice.

lunedì 17 novembre 2014

Detersivo per stoviglie a mano con bicarbonato e sapone

Non è un prodotto già pronto e confezionato perché il realtà è tantino "fai da te", però funziona che è una meraviglia e pulisce alla perfezione praticamente tutto: pentole, piatti, posate, bicchieri e persino lavandino e fornelli.

Come lo preparo: è semplicissimo!! Riempio un barattolo di detersivo per piatti vuoto con 5 o 6 dita di detersivo per stoviglie, poi riempio una tazza grande con acqua bollente e ci metto dentro un pezzo di sapone (quello solido per il bucato), lo lascio li finché l'acqua diventi fredda e poi cerco di scioglierlo il più possibile perché l'acqua deve diventare molto torbida e bianca.

Il prossimo passo è quello di versare l'acqua nel barattolo e completare con bicarbonato di sodio. Per 5 dita di detersivo più 1 tazza di acqua ci metto più o meno 2 o 3 cucchiai di bicarbonato. Poi bisogna agitare bene il barattolo e il detersivo è fatto. Mi raccomando: il bicarbonato è importantissimo altrimenti il sapone reagisce con l'acqua calcarea creando una patina grassa sulle stoviglie.

Ogni volta prima dell'uso bisogna agitare un pochino il barattolo  per miscelare gli ingredienti.

Allora ricapitolando:

detersivo per stoviglie (ho usato il Rio BumBum piatti all'olio di mandorle)
sapone (ad esempio il sapone chanteclair o il sapone Alga)
bicarbonato

Perché è buono: poco costoso, risparmia il detersivo tradizionale, pulisce a fondo, sgrassa a fondo e fa tanta schiuma.


venerdì 14 novembre 2014

Come sbiancare la parete quando c'è muffa nera o verde

Allora pareti o tetto ammuffiti può essere un segno di perdite o qualche altro problema legato all'umidità. Una volta il mio vicino di sopra ha avuto una grossa perdita (e a lui gliene poteva fregare di meno tanto il tizio affittava l'appartamento e non si faceva mai vivo) e quindi come lui ci ha cucinato nel brodo per un po' (e poi è rimasto cotto lui) ho dovuto cancellare quelle orribili macchie che avevano coperto tutto il tetto.

Cosa ho fatto: sono andata dal discount e o comprato una tanica di 5 litri di varechina a buon mercato, uno spray di plastica vuoto e un paio di guanti e poi dal ferramenta una mascherina per il viso, occhiali da lavoro e una tuta da imbianchino.

Ho tolto di mezzo i tessuti e altre cose che potrebbero macchiarsi con la candeggina, riempito lo spray con la varechina, indossato l'ambaradan, salito sulla scala e via agli spruzzi. Ho bagnato bene le macchie con la candeggina e queste sono diventate prima marroncine, giallognole, sempre più chiare e alla fine bianche.

È una faticaccia però il risultato è immediato!! L'unica cosa un po' fastidiosa è che ci si sente intensamente l'odore di varechina per almeno 1 settimana.

Come disinfettare stoviglie e lavandino dopo aver tagliato le carni

Dopo aver tagliato la carne soprattutto i volatili e il pesce è necessario disinfettare per bene la postazione e il lavandino. Per farlo uso un normale detersivo disinfettante come ad esempio il lysoform.

A me piacciono il lysoform freschezza alpina e il lysoform greggio per disinfettare le cose in bagno e cucina. Per disinfettare le stoviglie che hanno avuto contatto con la carne le strofino con lysoform e le risciacquo con acqua abbastanza calda (a posta uso i guanti), poi strofino anche il lavandino con lysoform e alla fine metto a bollire la spugna in acqua e aceto rosso.

La carne e il sangue hanno una grande carica batterica ed è necessario disinfettare con prodotti del genere

giovedì 13 novembre 2014

Trucco per pulire facilmente le piastre e griglie elettriche

Un modo molto facile che uso per pulire la piastra per i panini/griglia elettrica è quello di predere alcuni fogli di carta assorbente di buona qualità, spruzzarli con sgrassatore tipo chanteclair ad esempio, mettere i fogli nella piastra ancora calda (spenta) e chiudere.

Agire per 1 ora togliere i fogli e finire le pulizie con un panno, acqua e alcol.

sabato 8 novembre 2014

Come lavare perfettamente i capi in lana evitando l'infelltrimento

La lana deve essere lavata con moltissima cura altrimenti si infeltrisce ed è difficile farla tornare bella come quando era in negozio.

I capi in lana devono essere lavati delicatamente e il più possibile a mano con detersivi delicati e mai con i normali detersivi per il bucato soprattutto in polvere e nemmeno con il classico sapone solido.

Un segreto molto speciale: la lana va molto d'accordo con l'aceto di mele, si perché essendo acido fa con che le fibre della lana rimangano allineate e soft quindi ecco il mio consiglio di lavaggio:

Immergere il capo in lana in acqua tiepida con aceto di mele per 10 minuti
Toglierlo e immergerlo in acqua e detersivo per lana e delicati e poco aceto di mele per 10 minuti
Risciacquare bene senza strizzare e senza strofinare ma solo premendo delicatamente
Immergere in una soluzione di acqua tiepida e ammorbidente per 5 minuti, risciacquare delicatamente, premete quel che basta per togliere l'eccesso dia acqua, arrotolarlo in un asciugamano per togliere i residui di acqua (la lana carica d'acqua può imbruttirsi) e quindi fare asciugare il capo appendendolo orizzontalmente.

Ed è fatta!!

Vedrete che l'aceto di mele salvaguarderà alla grande i vostri capi in lana o misto lana ed acrilico.

Ricordate che i normali detersivi per il bucato anche quando sono biologici non sono adatti per lavare la lana perché contengono enzimi che mangiano letteralmente questo tipo di tessuto. Il detersivo deve essere specifico per lana e delicati altrimenti potete usare uno shampoo per i capelli neutro o un docciaschiuma.

E se dovete trattare le macchie oppure gli odori nella zona ascellare spruzzatele con aceto bianco, poi un po' prima del lavaggio strofinate delicatamente la macchia con shampoo neutro (non serve farlo se si vuole solo cancellare gli odori, in questo caso si usa solo l'aceto), lasciare in posa per 5-10 minuti e procedere con il lavaggio.

Post in evidenza

Come avere pavimenti perfetti con pochi prodotti

Ciao amiche, quante di voi avete qualche difficoltà per pulire e allo stesso tempo lucidare a specchio il pavimento di casa vostra? Un...