Come sbiancare i capi di abbigliamenti ingialliti da trattamento con varechina o per azione del tempo

I capi ingialliti dopo di essere stati sottomessi a dei trattamenti con la classica varechina o per azione del tempo sono difficili da candeggiare soprattutto quando questo dipende dall'azione chimica della varechina, e appunto i residui di cloro che rimangono inevitabilmente sui tessuti, a contatto con la luce rende i capi bianchi sempre più gialli.

Per candeggiare potete usare due ingredienti di uso molto comune: il succo di limone concentrato, di solito il chiamato limone già spremuto che vendono in piccole bottigliette, detersivo per piatti a mano di colore trasparente, e sale da cucina grosso.

Ammollare in un secchio, in una soluzione di acqua bollente, succo di limone, sale e una piccola quantità di detersivo per piatti. Lasciare agire per una giornata e lavare il giorno seguente.

Per evitare ingiallimenti è sempre bene preferire utilizzare gli sbiancanti all'ossigeno attivo in polvere o al massimo la candeggina gentile. 

In ogni modo ogni prodotto per il bucato è trovabile nei capi di abbigliamento anche se utilizziamo le opzioni di extra risciacquo, dunque una buona pratica per eliminare i residui è quello di are un risciacquo finale con un pochino di aceto di mele. Oppure come fanno alcune persone, versare una creta quantità di ammorbidente e anche di aceto di mele (o solo aceto di mele) nella vaschetta dell'ammorbidente all'inizio del lavaggio stesso.

Commenti

Etichette

Mostra di più